Circolare 285: consultazione su rischio tasso e prove di stress

Il 9 gennaio 2020 la Banca d'Italia ha pubblicato il documento per la consultazione finalizzato al recepimento all'interno della Circolare n. 285/2013 degli orientamenti dell’Autorità Bancaria Europea (EBA) di seguito descritti.

Le banche sono chiamate a recepire tali aggiornamenti all'interno del Resoconto ICAAP relativo all'anno 2019, da inviare all'Autorità di vigilanza entro il 30 aprile 2020.

Vai al documento



  • Orientamenti EBA/GL/2018/02, in materia di gestione del rischio di tasso di interesse derivante da attività non facenti parte del portafoglio di negoziazione (Interest Rate Risk arising from the Banking Book – “IRRBB”)
  • Orientamenti EBA/GL/2018/04,  che definiscono le principali caratteristiche delle prove di stress effettuate dagli istituti nell'ambito del processo ICAAP 

In particolare, con riferimento alle tecniche di misurazione del rischio di tasso per le attività non facenti parte del portafoglio di negoziazione (Parte Prima, Titolo III, Capitolo 1), sono stati introdotti:

  • nuovi shock non paralleli differenziati per valuta (in aggiunta ai tradizionali paralleli, +/- 200 punti base);
  • soglie di early warning; 
  • ipotesi per la definizione di una metodologia semplificata rivolta prevalentemente alle banche less significant.

 

Per quanto concerne le prove di stress, invece, è stata integrata la normativa relativa al processo di controllo prudenziale (Parte Prima, Titolo III, Capitolo 1). In particolare:

  • viene richiesto a  tutte le banche di effettuare un'analisi di sensitività con riferimento a tutti i rischi che generano un assorbimento di capitale interno (per le banche di Classe 1 e 2 è raccomandata l'integrale applicazione degli orientamenti  EBA/GL/2018/04); 
  • viene richiesto alle banche con operatività diversa da quella tradizionale di valutare gli stess test nell'ambito dei rischi rilevanti per la specifica tipologia di business (includendo in ogni caso il rischio operativo ed il rischio strategico e di business);
  • è stato ampliato l’elenco dei rischi di secondo pilastro da valutare nell'ambito del processo ICAAP (rischio di condotta e rischio informatico).

 

Con riferimento alla Parte relativa al sistema dei controlli interni  (Parte Prima, Titolo III, Capitolo 3) sono stati previsti nuovi obblighi in termini di:

  • approvazione e supervisione delle prove di stress (in capo al Consiglio di Amministrazione);
  • responsabilità dell’attuazione e del corretto funzionamento del programma delle prove di stress (in capo all'Organo di Gestione);
  • valutazione dell’efficacia e robustezza delle prove di stress (in capo al Risk management).

 

Infine, per quanto riguarda la normativa relativa al governo e gestione del rischio di liquidità (Parte Prima, Titolo III, Capitolo 6), è stato inserito un esplicito rimando alle EBA/GL/2018/04 relativamente alle banche di Classe 1 e 2, mentre rimane invariato il regime semplificato richiesto alle banche di Classe 3. 

La consultazione rimarrà aperta fino al 10 febbraio 2020.